Social Bateau

foto di gruppo staff per social bateauSiamo riusciti dopo mille peripezie ad inaugurare il Risto Ca’ Moro Social Bateau, un peschereccio ancorato nella Darsena Vecchia nella città di Livorno dove trovano lavoro i ragazzi down della cooperativa sociale di tipo b Parco del Mulino in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down sezione di Livorno e la Cooperativa Itinera.

E ora vi raccontiamo una storia

Che cosa rappresenta per noi il Ca’ Moro?
Il Ca’ Moro è quel progetto che il destino o la provvidenza ha messo sulla nostra strada.

E’ arrivata questa donazione, ci siamo guardati negli occhi…. e abbiamo pensato “qualcuno vuol dirci qualcosa” e via a capofitto nel progetto.
Come per il Parco del Mulino, una serie di fortuite coincidenze ci ha portati a concludere uno dei progetti più impegnativi del nostro vissuto, così anche questa donazione doveva significare e avere un forte valore.
Ma come tutte le cose importanti, da ideare, da costruire, da forgiare, ha avuto momenti pesanti e stressanti e rallentamenti notevoli.
La nostra società non è certo tenera quando qualcuno vuole intraprendere o costruire qualcosa.
Comunque torniamo alla prima domanda che cosa rappresenta per noi il Ca’ Moro?

Il Ca’ Moro è un peschereccio? No.
Il Ca’ Moro è un ristorante? No.
Il Ca’ Moro è un luogo di aggregazione, di cultura, di eventi? No.

Cioè… vuole essere tutto questo ma anche molto di più…

Il Ca’ Moro è una sfida alla società da parte dei nostri ragazzi .
Il Ca’ Moro è un gruppo di ragazzi che con le loro abilità alternative vuole far vedere a Livorno e anche a tutta l’Italia che nonostante difficoltà burocratiche e finanziarie il desiderio di costruire qualcosa è più forte e deve vincere tutto.

Abbiamo offerto a questi ragazzi un’esperienza unica e originale dove l’eccellenza della cucina di tradizione labronica si sposa con la storia e la cultura di questa città di mare. A questi ragazzi non è stato offerto un lavoro qualsiasi, che li impegni in qualche modo, ma si è cercato di seguirne inclinazioni e passioni. Sei ragazzi lavoreranno a turno in questo peschereccio nella veste di camerieri e barman a due passi dalla Fortezza Vecchia e dal Monumento ai Quattro Mori di Livorno.

Ma andiamo a conoscere più da vicino i nostri ragazzi:
Paolo, Valentina, Giorgio, David, Gianni e Michele

Paolo

“Scanzonato, sportivo, sempre pronto alla battuta con una filosofia del “tutto si fa ma con calma”. Ha studiato alla Scuola Alberghiera e ha seguito con successo corsi di caffetteria e barman… ed è pronto ad accogliervi con il suo sorriso sornione!”

paolo

Valentina

“Dolce Vale, che con la sua dolcezza ammalia tutti ed è uno degli ultimi acquisti della Cooperativa, ma ben presto con la sua voglia di lavorare è diventata una leader. Ha seguito corsi professionali e ha studiato alla Scuola Alberghiera… la troverete pronta ad ogni vostro cenno!”

valentina

Giorgio

“Il più grande lavoratore del gruppo, sempre puntuale e attento agli ordini, serio e professionale, divide le sue giornate fra il lavoro al Parco del Mulino e al Ca’ Moro. È stato il primo ragazzo inserito nell’organico della Cooperativa Parco del Mulino… e a lui spetta il titolo di veterano!”

giorgio

David

“Nonostante la sua indole sia piuttosto….vagabonda, adora lavorare sul Ca’ Moro, e quando lavora dà tutto se stesso. Ha seguito corsi di barman e di caffetteria e preparare cocktail è la sua passione. Battuta pronta, anche troppo sincero, aspettatevi da lui qualunque commento…”

David

Gianni

“È il nostro lupo di mare. È nato con il berretto in testa da capitano e ora è anche il presidente dei nostri ragazzi. Anche lui ha seguito con successo tutti i corsi di barman. Per il momento è in convalescenza ma ben presto lo conoscerete…”


Michele

“Un elegante gentiluomo, il nostro “pianista sull’oceano”. È un vero artista e la sua vita è la musica, suona da dio e… per gli eventi che organizzeremo vi stupirà con le sue note!”